Le 7 Regine africane più potenti nella lunga storia del continente

Le donne hanno da sempre giocato un ruolo significativo nella storia del continente africano. Ecco quelle più abili, intelligenti, risolute e, talvolta, anche senza scrupoli che hanno lasciato un segno nei secoli.

1. AMINA – Regina di Zaria, Nigeria

Amina Mohamud fu una regina guerriera ‘Hausa’ della città-Stato Zazzau (o Zaria), nell’attuale regione nord-occidentale della Nigeria. Le sue abilità di leadership furono scoperte molto presto da suo nonno che le permise di prendere parte alle riunioni di Stato. Figura leggendaria, le si attribuisce una propensione militare e strategica (creazione di fortificazioni). Conquistò i regni di Nupe e Jukun, rese tributari Kano e Katsina e diede impulso ai commerci verso E e O, arricchendo Zazzau, già meta di traffici transahariani. Gli storici l’hanno descritta come una delle vere sovrane nate a metà del XVI secolo.

2. KANDAKE AMANIRENAS – Imperatrice d’Etiopia

Kandake (o Candace) Amanirenas fu uno dei generali di guerra più temuti del suo tempo. Aveva la fama di leader militare feroce, intelligente e risoluta. Addirittura la leggenda narra che Alessandro Magno raggiunto Kemet (Antico Egitto), fermò il suo esercito alle porte dell’Etiopia per paura di affrontare i soldati neri guidati dalla loro regina guerriera che era solita scendere sul campo di battaglia troneggiando su due elefanti.

3. MAKEDA – Regina di Saba, Etiopia

La leggenda narra che subito dopo il 1000 a.C., la città etiope settentrionale di Axum (Aksum) fu attaccata da Awre, un mostruoso Re serpente che divorava migliaia di animali ogni giorno – mucche, capre, pecore e uccelli – e una volta all’anno chiedeva che gli abitanti di Axum gli offrissero una fanciulla da mangiare. Un giorno, fu il turno di una ragazza coraggiosa e adorabile di nome Makeda. Alcune versioni della leggenda affermano che fu il padre di Makeda, Agabos, a catturare il serpente e ad ucciderlo. In altre versioni, fu la stessa Makeda ad uccidere il serpente e ad essere proclamata regina di Axum. Il popolo dell’Etiopia crede che Makeda fosse la regina biblica di Saba. Le attribuiscono l’inizio della conversione dell’Etiopia dall’animismo al monoteismo a seguito dell’incontro con il Re d’Israele Salomone.

4. NEFERTITI – Regina dell’antico Kemet, Egitto

Nefertiti è stata una regina egizia della XVIII dinastia e Grande Sposa Reale del faraone Akhenaton. Regnò con suo marito durante quello che fu, verosimilmente, il periodo più florido della storia dell’antico Egitto.

5. NANA YAA ASANTEWAA – Regno di Ashanti, Ghana

Asantewaa fu l’impavida Regina del Regno Ashanti- situato nell’odierno Ghana. Nel 1900 si ribellò ai coloni inglese che volevano assoggettare il suo popolo e farsi consegnare il celebre “sgabello d’oro” simbolo del potere reale africano. Guidò con grande coraggio la resistenza fino ad essere esiliata. E’ oggi ricordata come un indimenticabile simbolo della resistenza al colonialismo.

6. NANDI- Regno Zulu, Sudafrica

La regina Nandi fu la madre guerriera di Shaka Zulu, uno dei più grandi re del regno Zulu, odierno Sudafrica. Secondo gli storici, durante il trono di suo figlio, ebbe una significativa influenza sugli affari del regno. La sua morte, nel 1827, fece perdere la testa a Shaka, che di lì a poco perse il potere.

7. MOREMI – Regno Ile-Ife, Nigeria

Secondo il folklore Ife, la mitica regina Moremi salvò l’antica città yoruba di Ile-Ife dall’oppressione della tribù degli Ìgbò. La storia dice che gli Ìgbò erano coperti di foglie di palma che conferivano loro una presenza inquietante e un certo senso di invincibilità. Per sconfiggerli, Moremi si lasciò catturare ed imprigionare contando di riuscire ad osservarli da vicino e carpire eventuali punti deboli. Durante la prigionia infatti, scoprì che il fuoco era il loro tormento e così, dopo essere fuggita dalla reclusione, informò i suoi conducendoli alla vittoria. Da questa storia nasce la peculiare torcia che la Regina yoruba regge con fierezza nella sua statua (foto sopra), la più alta della Nigeria e una fra le più alte di tutta l’Africa. Da alcuni criticata per la sua somiglianza con la Statua della Libertà di New York. Per altri, autentico simbolo del Rinascimento africano.


FONTI:

👇 Guarda il video sul canale Instagram di BUSINESS INSIDER SSA 👇

Traduzione a cura di Judy Cover


  • Conoscevi queste regine?
  • Secondo te chi sono le grandi regine africane di oggi?

Condividi questo post con gli amici e commentalo con i tuoi suggerimenti. Darai un prezioso contributo per lo sviluppo del nostro progetto.

👉 Vuoi condividere qualche curiosità legata al continente africano? Parliamone! Scrivici su: altreafriche@gmail.com

Grazie di cuore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close