IL CAMMINO DI HYPPOLITE: ripercorrere il passato per proiettarsi verso il futuro

HYPPOLITE NTIGURIRWA – Fonte: bethepeace.net

Se avete in programma di andare in Ruanda o se volete ritornarci, un’idea interessante e sicuramente stimolante, potrebbe essere quella di ripercorrere il cammino che ha concluso pochi giorni fa – 25 luglio – Hyppolite Ntigurirwa.

Hyppolite è un ragazzo di 31 anni, sopravvissuto al genocidio in Ruanda del 1994 che lo ha cambiato radicalmente. In quei terribili cento giorni, ha perso la sua famiglia e i suoi amici ed è stato venduto come schiavo a soli 7 anni ma oggi è in piedi sulle sue gambe, indipendente, autonomo, visionario e più forte che mai.

Da allora ha deciso di dedicare la sua vita a difesa della pace con l’associazione “Hyppolite for Peace Foundation” con lo scopo di promuovere una cultura della resilienza e del coraggio attraverso l’educazione, l’arte e le relazioni interpersonali.
È inoltre diventato ambasciatore sia di One Young World (OYW) sia dell’indice di pace globale dell’Istituto per l’Economia e la Pace (IEP).

Le sue parole sembrano sempre dei ricami intessuti da speranza, umiltà, amorevolezza e resilienza. Costretto a diventare “adulto” a soli sette anni, afferma che ha imparato a vivere come nel nascondiglio di un animale selvatico: “sempre all’erta, con la consapevolezza di poter essere ucciso in qualsiasi momento e con il desiderio di avere un carnefice meno aggressivo di quelli che aveva visto nel 1994”.

Per affrontare una volta per tutte il suo passato e dare un segnale nel presente e nel futuro, ha deciso di ripercorrere tutti i luoghi in cui è avvenuto 25 anni fa il genocidio contro i Tutsi.

58461312_1059405170918356_2126109373884268544_o
Uno scorcio del panorama durante il cammino – Fonte: bethepeace.net

Ai microfoni della BBC – Hyppolite – ha spiegato che la sua iniziativa è un invito a rovesciare gli stereotipi di un Paese immaginato sempre come fonte di tristezza e povertà e dimostrare, invece, quanto sia importante ripercorrere le orme del passato per scardinare i preconcetti e proiettarsi verso un reale cambiamento.

Sarebbe auspicabile che la “BeThePeaceWalk” possa diventare uno dei motivi per i quali la gente decide di andare in Ruanda pur stando attenti a non trasformarlo in un percorso turistico becero e superficiale.

Come il famigerato Cammino di Santiago in Europa, il percorso di 100 giorni attraverso i luoghi toccati dal genocidio, potrebbe essere chiamato “Il cammino di Hyppolite”. Quel ragazzo sorridente che in ogni occasione parla di resilienza e cioè di quella capacità necessaria per affrontare gli ostacoli della vita facendo sì che le cadute non siano la fine di un percorso ma lo stimolo per rialzarsi e correre più motivati di prima. E se lo dice lui, possiamo crederci. No?

L’itinerario del percorso compiuto da Hyppolite

Hyppolite ha sottolineato che chiunque può far parte e contribuire alla #BeThePeaceWalk. Non è necessario, infatti, ripercorrere tutto il cammino di 100 giorni ma si può dare il proprio contributo anche attraverso una poesia, una fotografia, una testimonianza di vita.

Se, dunque, volete imparare a vivere più serenamente e con consapevolezza la quotidianità, se vi va di “essere la pace” e non di predicarla solamente, se avete in mente di provare un’esperienza al di fuori degli schemi, non vi resta che seguire le orme di Hyppolite e abbandonarvi in quei sentieri pieni di storia, dolore e rinascita.

Fonte: bethepeace.net

Sei stato in Ruanda? Faccelo sapere nei commenti oppure scrivici per raccontare la tua esperienza!

Fonti:


Se quello che hai letto ti piace, condividilo con gli amici e/o commentalo con i tuoi suggerimenti. In questo modo, darai un prezioso contributo per il sostentamento della community AltreAfriche.

Vuoi condividere qualche curiosità legata al continente africano?

Parliamone!

Puoi scrivere una e-mail a: altreafriche@gmail.com

Grazie di cuore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close